Fondo Jeremie, attenzione al protocollo PDF Stampa Scrivi e-mail
(0 - user rating)
Notizie
Giovedì 06 Ottobre 2011 16:02

La graduatoria di presentazione delle domande è attestata dal protocollo dato dalle banche alle singole pratiche. Si entra in graduatoria per l’assegnazione delle risorse solo attraverso il protocollo che verrà dato solo alla pubblicazione della delibera dirigenziale di Regione Lombardia sul Burl.

Ogni banca accreditata per la gestione del Fondo Jeremie ha a disposizione 3 milioni di euro dal Fondo sociale europeo – detratti una quota inferiore al 10% che la banca trattiene a titolo di garanzia per eventuali insolvenze – a cui si aggiungono altri 3 milioni di euro della banca. In pratica ogni banca può concedere il Fondo Jeremie a non più di 1.500 soci di cooperativa sociale e di produzione e lavoro lombarde secondo l'ordine cronologico di presentazione delle domande.

Importante è quindi consegnare la documentazione e farsi rilasciare il numero di protocollo non appena il Burl (Bollettino ufficiale Regione Lombardia) pubblica l’avvio del fondo, se sono state scelte Banca Popolare di Sondrio o Banca Popolare di Bergamo.

Banca Etica invece iscriverà a protocollo le cooperative nel momento in cui risponderanno alla mail di avviso che invierà alle cooperative che si sono segnalate non appena il Burl pubblica l’avviso di avvio del fondo. Nella mail inviata alle cooperative segnalatesi, Banca Etica chiederà una prima parte di documentazione, a cui bisogna rispondere con la Pec – posta elettronica certificata – e procederà con il protocollo. Solo dopo una prima analisi, Banca Etica chiederà il completamento della documentazione, fermo restando che la cooperativa è già in graduatoria attraverso il protocollo dato.

Clicca qui per consultare il Burl

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Joomla templates by a4joomla