Fondo Jeremie, Popolare di Bergamo migliora le condizioni PDF Stampa Scrivi e-mail
(1 - user rating)
Notizie
Martedì 25 Ottobre 2011 14:05

Banca Popolare di Bergamo migliora le proprie condizioni ai sottoscrittori del Fondo Jeremie: continuerà a chiedere l’apertura del conto corrente a tutti i soci – lavoratori e volontari, oltre che alla cooperativa – ma a costo zero per i soci, si pagheranno i soli bolli di 34,20 euro all’anno.

Importante è comunque fare in fretta: Banca Etica e Banca Popolare di Sondrio - che chiedono l'apertura di un conto corrente solo agli ventuali soci volontari e fruitori, oltre che alla cooperativa - hanno iniziato a raccogliere la documentazione delle cooperative e hanno presumibilmente allocato già una quota consistente di risorse.

Popolare di Bergamo ha ancora a disposizione parte delle risorse dei primi finanziamenti - per circa 250 soci - e l’intero ammontare del nuovo finanziamento per altri 1.400 soci circa.

La documentazione richiesta da Popolare di Bergamo è identica a quella dei primi finanziamenti e si consiglia di richiederla alle filiali della banca. Il conto corrente proposto ai sottoscrittori del Fondo Jeremie (chiamato ZeroZeroUbi) non prevede costi – se non il bollo – a patto che si scelga l’opzione home banking, altrimenti vanno aggiunti circa 6 euro all’anno per l’invio degli estratti conto.

Per gli interessi da corrispondere sui duemila euro prestati al socio dalla banca, Popolare Bergamo applica una maggiorazione di 2,75 punti sul tasso Irs a 5 anni (ieri, a titolo di esempio, era pari al 2,03% a cui aggiungere 2,75 punti e 3,85 punti sul finanziamento residuo dei precedenti stanziamenti) con un tetto massimo per l’indice sintetico di costo pari a 5,69%. Le altre due banche applicano invece una maggiorazione di 2 punti, sempre sul tasso Irs a 5 anni.

Il costo pratica per socio è di 25 € per Popolare di Bergamo, 30 € per Banca Etica, mentre Popolare di Sondrio non applica alcun costo.

Il Fondo Jeremie per la capitalizzazione delle cooperative sociali e di produzione e lavoro, esaurito il presente stanziamento di 9 milioni di euro a cui si aggiungono risorse delle banche di pari importo, non sarà rifinanziato.

Le filiali delle banche accreditate

La documentazione richiesta nel primo bando da Popolare di Bergamo (in allegato alla notizia)

Per contatti:

Confcooperative Milano, Lodi, Monza e Brianza

tel. 02752912251

e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Joomla templates by a4joomla