E’ nato il Forum del Terzo settore di Milano PDF Stampa Scrivi e-mail
(0 - user rating)
Notizie
Mercoledì 21 Marzo 2012 10:42

E’ nato il Forum del Terzo settore di Milano. Lunedì 19 marzo 2012, con l'approvazione dello statuto, l'elezione del consiglio direttivo e del suo portavoce. Il neonato Forum raccoglie le principali organizzazioni che si occupano di attività sociali, assistenziali, ambientali e culturali o sono impegnate nel volontariato e nei servizi alla persona. Eletto portavoce Emanuele Patti (Arci Milano), vicario Rossella Sacco (Confcooperative - Federsolidiarietà), vice Emilio Longhi (Auser).

15 i componenti del consiglio direttivo: Acli provinciale di Milano Monza e Brianza, Agesci, Anteas, Arci Milano, Anpas, Auser, Compagnia delle Opere, Confcooperative - Federsolidiarietà, Cnca, Ledha Milano, Legambiente, Legacoop, Ada, Oltre noi la vita, Coordinamento milanese del privato sociale per le dipendenze.

31 invece i soci fondatori che costituiscono l'assemblea: Associazione Nocetum Onlus, Alomar Onlus, Sarepta Onlus, Accissf Onlus, Medici volontari italiani, Anpas Lombardia, Ada., Fondazione aquilone Onlus, Lega italiana sclerosi sistemica, Associazione Seneca, A.m.a. Milano, Cnca Lombardia, Ceal, Oltre noi la vita, Agesci, Ledha Milano, Ipsia Milano, Acli Milano, Auser Milano, Legacoop sociali, Anteas Milano, Legambiente, Cdo Milano, Confcooperative - Federsolidiarietà, Abu Onlus, MoVi, La Comune, Associazione Amico Onlus, Coordinamento milanese del privato sociale per le dipendenze, Archè, Arci Milano.

I primi banchi di prova che vedranno impegnato il Forum: innanzitutto il tema Expo e volontariato, ovvero l'utilizzo dei volontari nel corso della manifestazione del 2015, che verrà affrontato avviando un protocollo d'intesa con i sindacati; poi l'importante confronto con il Comune di Milano sul processo di costruzione dei piani di zona.

Il Forum ha preso le mosse mesi fa, prima ancora degli Stati generali del Welfare organizzati nel dicembre scorso dall'assessore Pierfrancesco Majorino. Proprio in quell'occasione era stato presentato un documento comune che segnalava la forte intenzione di unirsi e dar vita ad una nuova forma di rappresentanza che fosse voce e strumento per il raggiungimento di un nuovo welfare.

“Sentiamo la necessità di aggiornare la nostra visione del welfare alla luce dei molti e veloci cambiamenti che il modello di sviluppo delle società attuali ha determinato e che la crisi economica e finanziaria ha messo in evidenza” e infatti continua:” Lo facciamo proponendo un patto tra le Organizzazioni di Terzo Settore verso la Costituzione di un Forum della Città di Milano, in un quadro condiviso di valori e di visione che accomuni tutte le realtà di Terzo Settore che operano quotidianamente a Milano per la coesione sociale” - recitava il documento.

Questi mesi sono serviti a promuovere ed allargare la partecipazione per la costituzione dell'assemblea e per la condivisione della bozza dello statuto ultimato lunedì e mutuato dagli statuti provinciali e regionali del Forum stesso. Il direttivo ricco di esperienze, ampio e plurale proporrà gruppi di lavoro tematici aperti all'assemblea per ampliare ulteriormente la massima partecipazione di tutte le organizzazioni.

Leggi l'aggiornamento del 2 maggio 2012: Expo 2015, lavoro alle sociali di tipo B

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Joomla templates by a4joomla