Imu, in tre rate ma solo per le prime case PDF Stampa Scrivi e-mail
(0 - user rating)
Notizie
Martedì 17 Aprile 2012 11:07

L’Imu si pagherà in tre rate, ma solo per le prime case: per le case in cooperativa a proprietà indivisa assegnate ai soci restano – o meglio: dovrebbero restare, visto che il provvedimento, approvato dal Senato, nuovamente emendato dal governo alla Camera, non è ancora stato licenziato – le due tranche, la prima il 18 giugno e la seconda, a saldo, il 16 dicembre.

Le prime due rate per le case in proprietà saranno pari a un terzo dell’imposta calcolata sull’aliquota base del 4 per mille da cui togliere gli sgravi: di 200 euro per prima casa e di 50 euro per ogni figlio convivente minore di 26 anni per un massimo complessivo di 600 euro. In pratica si calcola l’Imu, si tolgono gli sgravi e si divide per tre. Se gli sgravi sono superiori all’imposta, nulla si deve. Mentre la prima rata per le seconde case – l’Imu, purtroppo e incredibilmente, equipara le case in cooperativa a proprietà indivisa alle seconde case – sarà pari al 50% dell’imposta.

Gli sgravi valgono anche per le famiglie assegnatarie delle cooperative a proprietà indivisa.

La base di calcolo dell’imposta – la rendita catastale – va rivalutata del 5% e poi del 160: si moltiplica quindi per 1,05 e poi per 160. Lo sgravio sarà uno solo per famiglia «indipendentemente dalla dimora attuale e dalla residenza anagrafica dei rispettivi componenti»: vale solo se il possessore della casa e la sua famiglia dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente nell'abitazione stessa ed è applicabile comunque solo su un immobile.

Per le case di cooperativa a proprietà indivisa vale inoltre lo “sconto” dell’Imu destinata allo Stato pari al 50% - emendamento introdotto al Senato - quindi l’aliquota Imu passa, di fatto, da 0,76% a 0,38%. Resta da chiarire quale aliquota applicare per il calcolo della prima tranche e anche se gli sgravi – 200 euro più 50 per figlio – siano applicabili da subito.

Altro dato da tenere in considerazione, in vista del saldo di dicembre, è che i Comuni possono variare le aliquote entro il 30 settembre dallo 0,2 allo 0,6% per l’abitazione principale e dallo 0,46 all’1,06% per tutti gli altri immobili, inoltre hanno la possibilità di applicare l’aliquota base dello 0,4% anche agli immobili locati e a quelli di persone giuridiche, come le cooperative. Fatto salvo le ristrettezze di bilancio a cui devono, in ogni modo, far fronte.

Non da ultimo anche il Governo potrà nuovamente intervenire sulle aliquote, sulla base dei primi effetti della nuova imposizione, e che la bozza di delega della riforma fiscale prevede profonde modifiche al catasto con strumenti automatici di rivalutazione degli immobili.


Imu, le scadenze
18 giugno:
primo acconto Imu per le prime case pari a un terzo e per le seconde case del 50%;
20 giugno: chiusura bilanci preventivi dei Comuni in cui sono previsti gli introiti dall’Imu;
30 luglio: termine per la presentazione della dichiarazione sugli immobili posseduti al 1 gennaio 2012;
31 luglio: termine entro il quale il governo può cambiare aliquote base e detrazioni;
17 settembre: secondo acconto Imu per le prime case pari a un terzo;
30 settembre: scadenza entro cui i Comuni possono approvare o modificare le aliquote Imu 2012;
16 dicembre: saldo Imu con conguaglio.

 

 

Il testo in commissione Finanze alla Camera
I modelli F24 per l’Imu
I codici tributo dell’Imu

 

Leggi anche le notizie del:

12 luglio 2012: Imu, sono arrivate le Linee guida del ministero

2 luglio 2012: Imu, scade oggi il ravvedimento sprint

29 giugno 2012: Imu, aliquota minima per le coop. Lo consiglia il sottosegretario

27 giugno 2012: Imu, proroga ai comuni per le aliquote al 31 agosto

19 giugno 2012: Imu, ravvedimento operoso con sanzioni limitate

19 giugno 2012: Imu, l'acconto con aliquota agevolata per le cooperativa

19 giugno 2012: Imu, si paga anche sulle case rimaste invendute

14 giugno 2012: Imu, nessuno sconto per le cooperative di abitazione

14 giungo 2012: Imu, uffici e negozi triplicano l'Ici

13 giugno 2012: Imu, colpite anche le cooperative sociali

12 giugno 2012: Imu, perché è indeducibile per le aziende?

21 maggio 2012: Imu, una circolare del ministero fuga alcuni dubbi

4 maggio 2012: Imu, la palla passa ai Comuni

17 aprile 2012: Imu, in tre rate ma solo per le prime case

30 marzo 2012:  Taglio dell’Imu alle cooperative di abitanti. Lo dice un emendamento

 

 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Joomla templates by a4joomla