Le cooperative in Brianza, la prima ricerca è di Confcooperative PDF Stampa Scrivi e-mail
(0 - user rating)
Notizie
Giovedì 15 Novembre 2012 16:00

Milletrecento cooperative di cui 810 attive con oltre 10 mila addetti complessivi. In Brianza lavora in cooperativa il 54,6% degli addetti del settore della sanità e dell’assistenza sociale, il 27,5% del settore del trasporto e magazzinaggio e il 17% dell’istruzione. E’ quanto emerge dalla prima ricerca sulla cooperazione in Brianza, svolta dal Welfare Work Enterprise Lifelong Learning del Dipartimento di Sociologia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano su mandato di Confcooperative Interprovinciale Milano, Lodi, Monza e Brianza, condotta in collaborazione con l’Ufficio Studi della Camera di Commercio di Monza e Brianza e la Cisl briantea.

 

«L’indagine cerca di misurare il contributo delle cooperative a costruire un mondo migliore, come recita lo slogan dell’Anno internazionale delle cooperative, a Monza e in Brianza. Le cooperative brianzole continuano ad assolvere ai loro compiti, danno lavoro e assistenza e non mancano di dare risposte ai nuovi bisogni sociali. Certo, le difficoltà non mancano» spiega Roberto D’Alessio, coordinatore del Comitato di Monza e Brianza dell’Unione Interprovinciale di Confcooperative.

 

La ricerca testimonia la tenuta della cooperazione locale sul fronte dell’occupazione fino a oggi, la buona penetrazione, oltre che nell’assistenza e nella cura, nel settore dei servizi alle imprese e in agricoltura, nonché nel credito, ma non manca di rilevare le difficoltà economiche derivanti dalla recessione e le preoccupazioni sempre più tangibili provocate dalla contrazione della spesa degli enti locali.

 

La presentazione della ricerca è in programma giovedì 22 novembre 2012 presso la sala convegni del giornale “il Cittadino” di via Longhi 3 a Monza alle ore 16,30 nell’incontro dal titolo “Caratteristiche e Ruolo delle Imprese Cooperative in Provincia di Monza e Brianza”.

 

Intervengono, tra gli altri: Massimo Minelli, vicepresidente di Confcooperative Lombardia e dell’Unione interprovinciale di Milano, Lodi, Monza Brianza; Roberto D’Alessio, coordinatore del Comitato di Monza e Brianza dell’Unione Interprovinciale di Confcooperative; Dario Allevi, presidente della provincia di Monza e Brianza; Roberto Scanagatti, sindaco di Monza; Pietro Cafaro, ordinario di Storia Contemporanea presso l’Università Cattolica di Milano.

 

Durante l'incontro verranno presentati i primi risultati della ricerca quantitativa conclusa nel settembre scorso, mentre la seconda parte dell’indagine sugli aspetti qualitativi si concluderà nel prossimo gennaio 2013.

 

 

Attachments:
Download this file (Mb Il programma 22112012.pdf)Mb Il programma 22112012.pdf[ ]90 Kb
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Joomla templates by a4joomla