Cinema e non solo al Rondinella di Sesto San Giovanni PDF Stampa Scrivi e-mail
(0 - user rating)
Notizie
Lunedì 27 Marzo 2017 09:49

Il primo film proiettato? L’ottavo giorno: ed è stato tutto un programma. La cooperativa Fuorischermo Cinema & Dintorni di Sesto San Giovanni gestisce – ma è giusto per semplificare le cose, in realtà fa molto di più – il cinema Rondinella, cinema della parrocchia Santa Maria Ausiliatrice di Sesto.

 

Il primo film, si diceva, mandato sullo schermo nel 1996 è stato per l’appunto L’ottavo giorno: un manager in carriera in crisi come padre costretto a condividere una giornata con un ragazzo down in fuga. Stereotipi che cadono sotto la scure della realtà, la scoperta della diversità – della propria diversità innanzitutto – come uno schiaffo gelido…

 

“Quel film rappresenta un po’ la nostra missione: raccontare storie andando oltre alla facciata, offrire occasioni di approfondimento, fare cultura e nel contempo fornire un servizio educativo e sociale, raccordare la sala cinematografica al territorio” spiega il presidente, Gianluca Casadei. Come? Con l’organizzazione di rassegne e festival, corsi di cinema (in via di conclusione quello dedicato allo strabiliante ed enigmatico regista David Lynch), di teatro, per adulti, giovani e anche bambini, con un cartellone che affianca alle prime visioni – comunque di qualità – film indimenticabili, con una particolare attenzione alle scuole – di ogni ordine e grado – e agli anziani.

“Solo così riusciamo a battere la crisi del cinema e la concorrenza delle multisale, pur non programmando noi film da botteghino” puntualizza il presidente. Un’attività in corso da 20 anni e che assicura alla sala un pubblico di 60mila persone, ormai spettatori fedeli. In più ci sono le rassegne per le scuole offerte nella sala di Sesto e nei tre cinema di Monza – in base a una convenzione con quel Comune - che valgono 10mila spettatori all’anno.

 

La programmazione? Nessuna concessione al botteghino, certo, ma i buoni film di sicuro. A partire da La La Land, il musical che reinterpreta la classica storia d’amore ambientata a Hollywood che ha vinto 6 Oscar, in programma in queste settimane, Il viaggio, sulla guerra nell’Irlanda del Nord, grande successo al Festival di Venezia e ancora l’ultimo film di Aki Kaurismaki, L’altro volto della speranza. Per la rassegna Cinefestival Rondinella in programma c’è Silence, di Martin Scorsese, sulla persecuzione dei cristiani nel Giappone medievale; The founder, dedicato alle origine dei fast food e di McDonald’s; Jackie tratto dalla vita di Jacqueline Kennedy, moglie del presidente John; Il diritto di contare, storia di tre scienziate di colore della Nasa che riuscirono a far superare pregiudizi razziali e di genere grazie alle loro competenze e ancora Rosso Istanbul di Ferzan Ozpetek.

 

Il cinema Rondinella propone inoltre da diverse stagioni, a settembre, il Labour Film festival, dedicato ovviamente ai temi del lavoro e al lavoro che non c’è, organizzato in collaborazione con Cisl Lombardia e Acli Lombardia.

 

Il mercoledì pomeriggio tocca invece alla rassegna I pomeriggi al cinema: al termine della proiezione, giusto giusto alle cinque, una tazza di tè e ottimi biscotti in offerta, mentre il sabato pomeriggio è riservato ai più piccoli – rassegna Un cinema per amico – con, al termine, pane e marmellata per tutti.

 

Decisamente unica nel suo genere è la rassegna Cinemamme a Sesto, con il patrocinio, come tante altre rassegne proposte dal Rondinella, del Comune di Sesto San Giovanni: un giovedì mattina al mese le neomamme – con i loro bambini – hanno la sala riservata per gustarsi un film in compagnia dei loro piccoli, con volume e luci adatte anche a loro e senza che eventuali pianti disturbino altri spettatori.

 

E poi ancora la rassegna L’occhio delle donne, Lo sguardo altrove, La grande arte, Il cinema ritrovato… Insomma un’offerta di tutto rispetto.

 

www.cinemarondinella.it

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Joomla templates by a4joomla